L'autunno astronomico dell'emisfero boreale comincia con l'equinozio che cade intorno al 23 settembre. In coincidenza di tale fenomeno, in numero di ore diurne è pari a quello delle ore notturne. Con il progredire della nuova stagione, invece, lo spazio orario occupato dal buio aumenta, questo mutamento viene drasticamente accentuato in occasione del ritorno all'ora solare verso fine ottobre

L'autunno viene contraddistinto dalla caduta del fogliame e dalla temperatura fredda la cui conseguenza è la pioggia. La stagione si conclude attorno al 22 dicembre, quando ha luogo il solstizio invernale.

Nell'emisfero australe l'autunno astronomico inizia invece con l'equinozio che cade intorno al 20 marzo, e termina con il solstizio che cade intorno al 20 giugno; durante tale arco di tempo nell'emisfero boreale è oppostamente in corso la primavera. Le rispettive durate sono, pertanto, di circa 89 e 92 giorni.

La tradizione popolare vede l'autunno come la stagione delle vendemmie, dei raccolti, delle foglie a terra e dei paesaggi dai colori caldi (in particolare giallo, arancione e rosso). In senso concettuale tale periodo può paragonarsi a una decadenza che segue ai calori estivi, preludio di un letargo invernale. Può, tuttavia, essere visto anche come un momento di rinascita


Spazio Prova Piattaforma Moodle